Addio a Roger Michell: si è spento il regista di Notting Hill

Si è spento Roger Michell, regista sudafricano nativo di Pretoria, morto ieri all’età di 65 anni.

Ne ha dato conferma il suo addetto stampa (come riporta il The Sun): «È con grande tristezza che la famiglia di Roger Michell, regista, scrittore e padre di Harry, Rosie, Maggie e Sparrow, annuncia la sua morte all’età di 65 anni il 22 settembre». Non si conoscono, al momento, le cause de decesso.

Michell, che era stato assistente alla regia presso il Royal Court Theatre di nomi del calibro di John Osborne e Samuel Beckett durante il suo apprendistato teatrale, ha diretto nel 1999 il film romantico amatissimo dal pubblico Notting Hill, con Hugh Grant e Julia Roberts, in assoluto il suo lungometraggio più celebre e un grande successo al box office (incassò 360 milioni di dollari in tutto il mondo) scritto da Richard Curtis. 

Tra gli altri film da lui diretti spiccano Ipotesi di reato (2002), thriller con protagonisti Ben Affleck e Samuel L. Jackson, e A Royal Weekend, con Bill Murray e Laura Linney.

Per la tv ha realizzato la miniserie Downtown Lagos (1992) e l’adattamento di The Buddha of Suburbia di Hanif Kureishi (1993). La sua ultima regia è The Duke, vera storia di Kempton Bunton, tassista sessantenne che rubò dalla National Gallery il dipinto Portrait of the Duke of Wellington di Francisco Goya.

Foto: Getty (Franco Origlia/Getty Images)




Leggi la notizia completa