Al cinema L’uomo che vendette la sua pelle

Nelle sale italiane L’uomo che vendette la sua pelle, scritto e diretto da Kaouther Ben Hania. Il film è stato presentato alla 78esima edizione del Festival di Venezia, dove ha ottenuto il premio Orizzonti per la Miglior Interpretazione Maschile a Yahya Mahayni e il premio per l’inclusione Edipo Re. Nel cast anche Monica Bellucci.

L’uomo che vendette la sua pelle: trama e cast
La pellicola racconta la storia di Sam Ali (Yahya Mahayni), un giovane siriano impulsivo e pieno di passione costretto a fuggire dalla Siria a causa della guerra in corso. Privo del visto per raggiungere l’Europa, Sam resta bloccato in Libano, lontano dalla sua amata Abeer (Dea Liane), che vive a Bruxelles. Un giorno Sam conosce Jeffrey Godefroi (Koen De Bouw), un noto artista contemporaneo americano, e la sua assistente Soray (Monica Bellucci). Il giovane stipula con loro un singolare accordo che cambierà per sempre la sua vita. Accetta infatti di farsi tatuare la schiena, trasformando così il suo corpo e se stesso in un’opera d’arte da esporre in giro per musei. Tuttavia, Sam capirà presto che la sua decisione potrebbe non significare la libertà.

IL TRAILER
Yahya Mahayni, Kaouther Ben Hania, Koen De Bouw e Dea Liane | Foto: Getty Images
“Il progetto è nato dall’incontro di due mondi – ha spiegato la regista – Quello dell’arte contemporanea, nello specifico l’opera dell’artista belga Wim Delvoye, e quello dei rifugiati politici, in particolare i rifugiati siriani, che devono combattere con documenti e permessi di soggiorno.”

Sam è “un giovane rifugiato pieno di passione gettato in un mondo cinico. Un uomo normale costretto a un’avventura straordinaria.”

L’uomo che vendette la sua pelle è “un’allegoria sulla libertà personale in un sistema iniquo”.

Nel cast anche Saad Lostan (Ziad), Darina al-Joundi (la madre di Sam), Jan Dahdouh (Hazem), Christian Vadim (William) e Wim Delvoye.




Leggi la notizia completa