Armie Hammer rompe il silenzio sulle accuse di cannibalismo. E rinuncia al suo prossimo film

Armie Hammer ha rilasciato una dichiarazione (tramite la rivista Variety) in merito alla decisione di abbandonare il suo prossimo film, la commedia d’azione della Lionsgate Shotgun Wedding.

L’attore negli ultimi giorni è stato travolto da uno scandalo sui social media relativo a suoi presunti messaggi privati su Instagram diffusi in rete: i DM dell’attore, indirizzati una donna, riguardavano fantasie sessuali e sconcertanti pulsioni cannibali (qui il nostro racconto dell’accaduto).

L’attore ha dichiarato in proposito: «Non sto rispondendo a queste ca**ate di insinuazioni, ma dopo gli attacchi viziosi e pretestuosi compiuti online contro di me non posso ora, in buona coscienza, lasciare i miei figli per quattro mesi per girare un film nella Repubblica Dominicana. Lionsgate mi sta sostenendo in questa decisione e sono grato nei loro confronti».

Un portavoce del film Shotgun Wedding ha annunciato che Hammer sarebbe uscito dal progetto e che il suo ruolo sarebbe stato riformulato, aggiungendo: «Data la data d’inizio imminente delle riprese di Shotgun Wedding, Armie ha chiesto di allontanarsi dal film e noi lo supportiamo nella sua decisione».

L’ultimo film di Hammer è Rebecca, uscito su Netflix, mentre il suo coinvolgimento in Shotgun Wedding era stato ufficializzato lo scorso ottobre. Il progetto è diretto dal regista di Pitch Perfect Jason Moore e vede nel cast anche Jennifer Lopez. Il film è incentrato su una coppia che partecipa a un matrimonio durante il quale i partecipanti finiscono per essere presi in ostaggio. La sceneggiatura è stata scritta dalla creatrice di New Girl Liz Meriwether e da Mark Hammer.

Il sito Page Six aveva riferito in precedenza che era stato un account social anonimo, denominato House of Effie, a far trapelare i presunti messaggi di Hammer, contenenti dettagliate e inquietanti fantasie sessuali.

Hammer, che era stato candidato al Golden Globe per Chiamami col tuo nome, tra i suoi prossimi progetti, oltre all’annunciato sequel del film di Luca Guadagnino, ha anche il lungometraggio The Billion Dollar Spy e la miniserie televisiva The Offer, sulla lavorazione de Il padrino. 

Fonte: Variety

Foto: Getty (Jason LaVeris/FilmMagic)

L’articolo Armie Hammer rompe il silenzio sulle accuse di cannibalismo. E rinuncia al suo prossimo film proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa