Avengers: Endgame, tutte le morti che vediamo nel film hanno una cosa in comune

Molte delle morti di Avengers: Infinity War sono arrivate con violenza e sorpresa (e pensiamo a Loki durante l’incipit o a Visione durante la battaglia di Wakanda), ma il contrario succede invece in Avengers: Endgame, il film che ha cambiato per sempre il volto dei Vendicatori per come la conosciamo.
Come ha constatato Screenrant, infatti, le principali morti a cui assistiamo nel cinecomic sono accomunate da un’evidente caratteristica: trattasi di morti nobili dalle conseguenze positive, dei decessi necessari e accettati con consapevolezza. Come primo esempio, possiamo chiaramente prendere Vedova Nera e Iron Man: la prima si sacrifica su Vormir buttandosi dal dirupo per far avere la Gemma dell’Anima a Occhio di Falco; mentre il secondo accetta di schioccare le dita per uccidere definitivamente il Titano pazzo e i suoi scagnozzi, salvando di fatto metà universo. Dal canto suo, Nebula uccide la se stessa del passato per salvare Gamora, e lo stesso Thanos, infine, smette di combattere e si siede con dignità una volta che capisce di aver perso il gioco, accettando il proprio destino… ineluttabile.
Insomma, voi che ne pensate dell’osservazione di Screenrant? Uscito nelle sale lo scorso aprile, ricordiamo che Avengers: Endgame ha sbancato i botteghini di tutto il mondo portandosi a casa oltre 2,7 miliardi di dollari e diventando il film che ha incassato maggiormente nella storia del cinema, con buona pace dell’Avatar di James Cameron.
Fonte: SR
L’articolo Avengers: Endgame, tutte le morti che vediamo nel film hanno una cosa in comune proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa