Berlino 71, i titoli in Encounters

La sezione competitiva Encounters (Incontri) è stata introdotta l’anno scorso, 2020. L’obiettivo è quello di sostenere le nuove voci del cinema e dare più spazio a diverse forme narrative e documentaristiche nella selezione ufficiale. Una giuria composta da tre membri sceglierà i vincitori per il miglior film, il miglior regista e un premio speciale della giuria, e li annuncerà durante il Berlinale Industry Event (1-5 marzo). La cerimonia di premiazione si svolgerà durante il Summer Special di giugno. La line-up di quest’anno comprende dodici titoli provenienti da 16 paesi, di cui sette prime lungometraggi.
“Ogni film della seconda edizione di Encounters è una linea che attraversa un campo sconosciuto. Se qualcosa si riferisce a questi risultati cinematografici molto diversi, è un senso di scoperta. Come i fratelli Lumière 125 anni dopo. Questi film vogliono portarci in luoghi dove impareremo qualcosa sul mondo, sull’umanità e forse anche su noi stessi. In un’epoca in cui i viaggi sono quasi sempre cancellati, il cinema riacquista la sua funzione”, afferma il direttore artistico Carlo Chatrian.

Il direttore della Berlinale Carlo Chatrian

Sia in piazza Tahir in Egitto o nei banali uffici, hotel e case eleganti di Los Angeles, nel cuore dell’oscura dittatura argentina o nelle meraviglie naturali delle Hawaii, nel passato dell’aristocrazia baltica o in una futuristica Teheran, in un appartamento svizzero ordinario ma da sogno o un appartamento infestato nell’Upper East Side di Manhattan, in una casa greca borghese o in una prigione domestica a Saigon, nelle banlieues di Parigi o nei campi del Quebec rurale: il viaggio di Encounters ha molte fermate.
Non si tratta solo di essere in luoghi in cui le persone soffrono, sognano, lavorano, parlano, cantano e ballano, si tratta di stare con loro. Attraverso l’arte di registi senza compromessi – habitué della Berlinale o nuovi arrivati, formati in prestigiose scuole europee o autodidatti dal Vietnam – il vecchio, contraddittorio, folle mondo che conosciamo, amiamo e ci manca, ritorna a noi.
I film della sezione Encounters:
As I Want
Egypt / France / Norway / Palestine
by Samaher Alqadi
*World premiere / Documentary form / Debut film
Azor
Switzerland / France / Argentina
by Andreas Fontana
with Fabrizio Rongione, Stéphanie Cléau
*World premiere / Debut film
The Beta Test
USA / United Kingdom
by Jim Cummings, PJ McCabe
with Jim Cummings, Virginia Newcomb, PJ McCabe
*World premiere
Blutsauger (Bloodsuckers)
Germany
by Julian Radlmaier
with Alexandre Koberidze, Lilith Stangenberg, Alexander Herbst, Corinna Harfouch
*World premiere
Hygiène sociale (Social Hygiene)
Canada
by Denis Côté
with Maxim Gaudette, Larissa Corriveau, Eleonore Loiselle
*World premiere
Das Mädchen und die Spinne (The Girl and the Spider)
Switzerland
by Ramon Zürcher, Silvan Zürcher
with Henriette Confurius, Liliane Amuat, Ursina Lardi
*World premiere
Mantagheye payani (District Terminal)
Iran / Germany
by Bardia Yadegari, Ehsan Mirhosseini
with Bardia Yadegari, Farideh Azadi, Ali Hemmati
*World premiere / Debut film
Moon, 66 Questions
Greece / France
by Jacqueline Lentzou
with Sofia Kokkali, Lazaros Georgakopoulos
*World premiere / Debut film
Nous (We)
France
by Alice Diop
with Ismael Soumaïla Sissoko, N’deye Sighane Diop, Pierre Bergounioux
*World premiere / Documentary form
Rock Bottom Riser
USA
by Fern Silva
*World premiere / Experimental film / Debut film
The Scary of Sixty-First
USA
by Dasha Nekrasova
with Betsey Brown, Madeline Quinn, Dasha Nekrasova
*World premiere / Debut film
Vị (Taste)
Vietnam / Singapore / France / Thailand / Germany /Taiwan
by Lê Bảo
with Olegunleko Ezekiel Gbenga, Thi Minh Nga Khuong, Thi Dung Le
*World premiere / Debut film
L’articolo Berlino 71, i titoli in Encounters proviene da Cinematografo.




Leggi la notizia completa