Captain America: The Winter Soldier, il film Marvel è collegato a Pulp Fiction? Sì, secondo una folle teoria

Di teorie folli e strampalate sull’universo Marvel se ne sono sentite di tutti i colori: dai movimenti intestinali di Steve Rogers al motivo per cui Doctor Strange volesse morto Iron Man, i fan si sono spesso sprecati a fantasticare. Lo hanno fatto anche per collegare uno dei film dell’MCU ad uno dei capolavori del cinema: Pulp Fiction. Una teoria apparentemente insensata… O forse no?

Un utente su Reddit si è infatti lanciato in questo azzardo, partendo da un celebre dettaglio presente alla fine di Captain America: The Winter Soldier. Nel finale del secondo stand alone dedicato all’eroe, Nick Fury inscena la sua morte dopo la distruzione dello S.H.I.E.L.D e inizia ad agire nell’ombra. Viene addirittura realizzata una lapide in suo nome e in un frame si vede un divertente easter egg: sulla tomba di Fury è riportata parte della citazione di Ezechiele 25,17 resa famosa proprio da Samuel L. Jackson in Pulp Fiction nel 1994. 

Il dettaglio era noto, un modo simpatico per omaggiare l’attore e la sua eredità cinematografica, ma c’è chi è andato oltre e ha pensato: e se in realtà fosse davvero un collegamento a Pulp Fiction? La teoria parte dal fatto che quella citazione non esiste nella Bibbia, quindi le cose sono due: o nell’MCU sono fan di Tarantino (tanto quanto in Eternals si sono rivelati lettori dei fumetti DC), oppure per assurdo Nick Fury una volta si chiamava Jules Winfield ed era un killer. Secondo il fan, quando alla fine del film il personaggio decide di ritirarsi, avrebbe poi cambiato nome e vita.

Non solo, a questo punto ci si domanda se non ci siano altri possibili collegamenti e l’attenzione si focalizza sulla celebre valigetta. Il MacGuffin per eccellenza di Quentin Tarantino, l’oggetto che porta avanti parte della storia ma non viene mai rivelato cosa contenga. Se Pulp Fiction facesse parte dell’MCU, avrebbe senso che all’interno ci fosse qualche tecnologia aliena o cose del genere. E chi è particolarmente interessato alla valigetta? Ringo, interpretato da Tim Roth aka Abominio.

Giusto per complicare ancora un po’ le cose, aggiungiamo che la storia di Fury nell’MCU “inizia” nel 1995, con Captain Marvel. Giusto giusto l’anno dopo l’uscita di Pulp Fiction e in tempo per immaginare che quella sia davvero la sua nuova identità. 

Contro la teoria secondo cui The Winter Soldier e Pulp Fiction sono collegati ci sono però alcuni argomenti contrari: il buon senso, per dirne uno, ma la storia del cinema è anche piena di casi in cui film insospettabili si sono rivelati parte dello stesso universo. Considerando però che Captain America condivide già il suo universo con una quindicina di altri film, forse buttare nel mucchio anche il capolavoro di Tarantino è un filo eccessivo.

Foto: MovieStills

Fonte: CBR




Leggi la notizia completa