Come sorelle anticipazioni terza puntata, Cemal convince Cilem a vendicarsi di Azra

Siamo arrivati al terzo appuntamento serale su Canale 5 con Come sorelle, la serie turca drammatica, di cui vi abbiamo svelato tutto qui, che racconta la storia di tre sorelle che non si sono mai conosciute e che si ritrovano insieme per la prima volta al matrimonio di una di loro. Peccato però che un grave incidente segnerà il loro destino per sempre. Un drastico cambio di rotta rispetto al pomeriggio romantico e leggero trascorso Daydreamer – Le ali del sogno (cliccate qui per tutti i riassunti delle puntate e le anticipazioni), la fiction con protagonisti Can Yaman e Demet Ozdemir. Se siete curiosi di scoprire cosa succederà, leggete qui sotto Come sorelle anticipazioni terza puntata. Ma attenzione agli SPOILER!

Come sorelle dove eravamo rimasti
Nella seconda puntata le tre sorelle – Ipek, Deren e Cilem (sotto la cui vera identità si cela Azra, la sua migliore amica) – devono fare i conti con quello che è successo la notte prima, quando hanno ucciso il violento marito di Ipek, che la ragazza aveva sposato solo poche ore prima per vendetta e per riprendersi quello che era suo di diritto. Il figlio di Tekin, l’uomo ucciso, vuole però confrontarsi con il padre che odia da anni e il suo ritorno scatena la gelosia di Refik, il tirapiedi dell’uomo, che cerca di capire cosa è successo al suo capo. Nel frattempo Deren ha problemi seri con la sua famiglia adottiva. Tornata a casa sconvolta dall’accaduto, ha scoperto che il fratello ha grossi problemi con la giustizia e sua madre pretende che sia lei a prendersi la colpa di tutto. Per fortuna in suo aiuto arriva Keren che la convince a trovare la forza per camminare con le sue gambe. Refik, stufo di restare inascoltato, nasconde nella macchina di Sinan la fede di Tekin facendolo così arrestare per l’omicidio del padre… 
Qui il link per vedere la prima puntata di Come sorelle su Mediaset Play
Qui il link per vedere la seconda puntata di Come sorelle su Mediaset Play
Come sorelle anticipazioni terza puntata
Sinan è stato incastrato per la scomparsa di Tekin da Refik, che ha nascosto nella sua macchina la fede nuziale del capo. A scagionarlo però è Ipek, che mente alla polizia raccontando di aver perso lei l’anello del marito nella macchina di Sinan. Quest’ultimo, mentre aspetta di capire cosa succederà, scopre nel computer della polizia che Azra (che tutti credono sia Cilem) ha guidato la macchina di Tekin.
Nel frattempo a Deren un ragazzino ha rubato la borsa con tutto il dossier sui genitori. Disperata chiede aiuto a Kenan che riesce a rintracciare il ricettatore a cui il bambino ha venduto la borsa. Deren scopre così la natura violenta di Kenan mentre l’uomo, guardando il dossier, comprende che la ragazza gli sta nascondendo un grosso segreto. Quel giorno è il compleanno di Cilem e Cahide, che vuole solo il meglio per le sue figlie, nonostante siano 24 anni che non aspetta l’ora di vederle, decide di accettare l’offerta di Cemal. Andrà a vivere con lui purché entrambi restino il più lontano possibile dalle vite delle ragazze e che nessuno interferisca con le loro esistenze. 
Per sviare le indagini Ipek e Azra hanno un’idea, quest’ultima andrà a Izmir con Mahir e da lì manderà un messaggio a Ipek con il telefonino di Tekin. Prima però deve tornare a casa a recuperare il cellulare. Nella dimora di Malik però si è intrufolato Refik in cerca di prove sulla scomparsa del suo capo. All’uscita Refik interroga e minaccia Ipek che gli intima di lasciare la casa l’indomani mattina, anche perché non gli ha detto che la tenuta ha gravi debiti e che stanno per perdere tutto. Ma l’uomo fa chiaramente intendere di non volersene andare.
A Izmir Azra incontra per la prima volta Cilem, a cui Cemal ha fatto il lavaggio del cervello. Ormai la ragazza pensa solo alla vendetta e vuole distruggere Azra con tutte le sue forze. La ragazza implora il perdono della sua migliore amica cercando di spiegarle di aver tentato in tutti i modi di avvisarla, ma Cilem non vuole sentire ragioni. Vivrà fino al giorno in cui non potrà vedere la sua vendetta. Sinan intanto è riuscito a recuperare i video della sicurezza della stazione di servizio dove è passata Azra con la macchina di Tekin e chiede spiegazioni a Ipek che tenta di trovare delle scuse valide senza riuscire a convincere il giovane. 
Tornata a casa Azra è visibilmente sconvolta e le sorelle cercano di consolarla. Lei sa però che se conoscessero la sua vera identità e quello che ha fatto alla loro vera sorella non le vorrebbero più bene. Al mattino successivo Azra è pronta a confessare ma Ipek ha bisogno di tutto l’aiuto possibile per salvare la proprietà dai debiti. Per questo la ragazza decide di aspettare ancora qualche giorno. Ipek, con un discorso molto toccante, convince i lavoratori a impegnarsi 24 ore su 24 per una settimana per poter vendere il raccolto per tempo e saldare parte dei debiti. Sinan assiste e si rende conto sempre di più che la ragazza ha un cuore buono. Le chiede di potersi incontrare la sera per parlare e lei accetta.
Nel frattempo Deren chiede aiuto al fratello perché ha bisogno di soldi per aiutare Ipek. Il fratello cerca di convincere la madre ma lei pretende in cambio che la ragazza si prenda la colpa per i soldi che il figlio ha truffato allo stato. In quel momento arriva Kenan, visibilmente irritato col giovane, e Deren gli confida dei problemi economici di Ipek. La sera, mentre Sinan da un ultimatum a Ipek – o gli fa incontrare il padre o consegna le registrazioni alla polizia – Kenan pur di dare i soldi a Deren li recupera dal suo lavoro “sporco” mettendosi chiaramente nei guai. 
Per aiutare nel raccolto delle olive tutti si rimboccano le maniche. Le tre ragazze, Mahir con la madre di Ipek, Kenan e i suoi uomini.. Per una settimana tutti lavorano alacremente per giungere al risultato. Nel frattempo la governante di Cemal, Gülistan, si presenta da Cahide, che ha accettato di sposare l’uomo pur di tenerlo lontano dalle figlie, per avvertirla che questo non succederà mai. Cahide allora, il giorno del matrimonio, manda l’accordo all’aria con tutta la rabbia e il disgusto accumulati negli anni per l’uomo. 
Cemal, ora è chiaro, sta manovrando i fili di tutte le persone coinvolte come fossero burattini solo per arrivare al suo scopo: sposare Cahide. Non solo è lui la persona a cui Ipek deve saldare il debito per tenersi la proprietà, ma è anche colui che sta aizzando sempre più Cilem contro Azra, arrivando addirittura a invitare a casa sua Okan, lo spacciatore che ha ucciso il fidanzato Burak sotto i suoi occhi in modo che sia lei a rivelargli dove trovare Azra.
Sinan intanto minaccia Ipek. Ha capito che Tekin è morto e che è la ragazza a mandare messaggi e a nascondere il telefono. Lui lo troverà e proverà la sua innocenza in modo da andarsene finalmente da lì. Qualcosa di inaspettato e tremendo è però in arrivo… Celam ha assoldato colui che crede essere Keren (ma in realtà è il suo sottoposto che si è spacciato per lui pur di guadagnare qualche soldo extra) per incendiare tutto l’olio raccolto in quelle settimane. Ipek vede così andare in fumo tutti i suoi sforzi per salvare la proprietà e Celam è lì presente nell’ombra ad assistere alla sua vittoria!
 
 
 
 
 
 
L’articolo Come sorelle anticipazioni terza puntata, Cemal convince Cilem a vendicarsi di Azra proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa