Doctor Strange 2: il finale di WandaVision rende ancora più plausibile una tristissima teoria

Come ormai sappiamo da tempo, Doctor Strange 2 – il cui titolo ufficiale è Doctor Strange in the Multiverse of Madness – seguirà la nuova avventura a tinte horror dello Stregone Supremo al fianco di Wanda Maximoff, divenuta ufficialmente Scarlet Witch dopo i tristissimi eventi di WandaVision.

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SULLA SERIE.

La serie Marvel funge infatti da introduzione al film con Benedict Cumberbatch, i cui eventi dovrebbero essere largamente influenzati dalle vicende dell’eroina, ora entrata in possesso non solo del Darkhold, ma anche di un potere e di una conoscenza sempre più grandi attraverso il manoscritto.

Nel finale della serie abbiamo infatti visto Wanda impegnata nella lettura del libro precedentemente appartenuto ad Agatha Harkness, mentre in lontananza le voci dei due figli Tommy e Billy implorano il suo aiuto. Segno che, con tutta probabilità, Scarlet tenterà di usare la magia oscura del Darkhold per riportare indietro i bambini e liberarli dalla dimensione in cui sono intrappolati.

Ebbene, come saprà chi ci legge da tempo, una delle teorie più diffuse tra i fan del MCU e divenuta virale prima ancora del debutto di WandaVision prevedeva che l’eroina di Elizabeth Olsen sarebbe diventata un personaggio negativo, tanto da configurarsi come villain di Doctor Strange 2 dando inizio lei stessa al Multiverso della Pazzia menzionato nel titolo del film.

Di certo, ora sappiamo che – sebbene sia riuscita ad elaborare il lutto dopo la perdita di Visione – Wanda è davvero disposta a tutto per la sua famiglia e i suoi figli; probabilmente, anche a mettersi contro lo Stregone Supremo, gli Avengers e tutti gli altri eroi del MCU. Anche perché, il potere per batterli tutti di certo non le manca.

E mentre in origine la teoria prevedeva che la nostra Scarlet Witch sarebbe “impazzita” generando il caos più totale dopo aver scoperto che la sua vita perfetta da sitcom era in verità tutta un’illusione, magari instillata nella sua mente da villain come Incubo o Mephisto, ora sappiamo che Wanda era invece consapevole di quello che stava facendo e che no, almeno nella scena post-credits, non sembrava affatto sul punto di avere un crollo nervoso. Tutt’altro, l’eroina era impegnata in una sorta di “ritiro” spirituale che si suppone sia finalizzato, oltre allo studio del Darkhold, anche a fare pratica con i suoi poteri allo scopo di avere un controllo totale su di essi. Ma sarà sufficiente a sventare la minaccia di una Wanda-Villain?

Secondo la nuova versione della teoria, ovviamente no. I fan ora ipotizzano che sarà proprio il tentativo disperato di salvare i suoi figli – che la porterà ad addentrarsi in chissà quali dimensioni oscure grazie agli incantesimi presenti nel manoscritto infernale – a dare il via al Multiverso della Pazzia. Wanda è potente, sarà in grado di controllare appieno il suo potere e otterrà una conoscenza della magia ancora più profonda ma, come sappiamo, non è affatto infallibile, e ha senso supporre che possa commettere degli ulteriori sbagli “incasinando” il MCU.

D’altra parte, non dimentichiamo che la stessa Agatha Harkness ha predetto che Wanda avrebbe creato un caos indicibile in futuro. Che stesse parlando proprio degli eventi di Doctor Strange 2?

Fonte: CBR

Foto: Disney/Marvel

L’articolo Doctor Strange 2: il finale di WandaVision rende ancora più plausibile una tristissima teoria proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa