Festa del Cinema di Roma 2020, Open Your Eyes: arte e tecnologia nel corto di Gabriele Muccino per Azimut Yachts

Azimut Yachts ha presentato, alla Festa del Cinema di Roma, il cortometraggio Open Your Eyes, scritto e diretto da Gabriele Muccino e interpretato da Francesco Scianna e Marianna Falace, che insieme al regista hanno sfilato ieri sera sul red carpet della première ufficiale. Il cortometraggio segna il debutto nella produzione cinematografica di Azimut Yachts, brand italiano simbolo della nautica d’eccellenza nel mondo, che per questo battesimo ha scelto la firma del regista de La ricerca della felicità e Gli anni più belli.

L’evento celebra il lancio mondiale del nuovo yacht Magellano 25 Metri, caratterizzato dagli esclusivi interni firmati dall’architetto e designer Vincenzo De Cotiis. Gli esterni sono realizzati dal designer Ken Freivokh e la creazione punta a creare un linguaggio personale all’interno della costruzione nautica, valorizzando il Made in Italy ma dialogando comunque con l’estero, come testimonia il corto.

Francesco Scianna interpreta un fotografo, che all’inizio della storia cammina verso piazza di Spagna e la proverbiale Fontana della Barcaccia mentre la sua voce fuori campo ci parla della bellezza dell’arte senza tempo, della necessità di mantenere aperto il canale fornito dai nostri occhi per continuare a stupirci (chiarendo dunque fin da subito il senso del titolo).

Incaricato di scattare immagini di opere d’arte italiane, ha inventato un piccolo gioco a distanza per la sua editor americana (Marianna Falace), di cui è segretamente innamorato: le invia tramite whatsapp dettagli dei luoghi più insoliti e affascinanti in cui si imbatte, invitandola ad indovinare quale sia il soggetto dello scatto. La ragazza riesce a capire sempre dove la foto è stata scattata, ma per il fotografo quei messaggi non sono altro che un pretesto ludico e sentimentale per farle capire i suoi sentimenti, la miccia di un tenero ma colto gioco di seduzione a distanza.

Un’idea piccola e raccolta, ma dal potenziale romantico, che unisce e combina arte e tecnologia suggerendo una coesistenza possibile, con la chat a scandire rimpalli di messaggi che esaltano il contrasto tra gli asettici e patinati ambienti di uno studio newyorkese e il calore tiepido dei colori della città italiane (Roma, Napoli, Venezia) e delle loro bellezze architettoniche e figurative (sortendo, com’è facile immaginare, l’effetto di far risaltare queste ultime).

Il nuovo yacht Azimut è l’ultimo approdo di questo breve viaggio di dieci minuti: lo spot vero e proprio, per così dire, arriva solo alla fine, a suggello di un discorso più ampio. Muccino, ponendolo in conclusione, ne rimanda e dunque ne esalta l’ingresso in scena come nelle pubblicità più efficaci, dove il prodotto è sempre abbracciato da uno spunto narrativo puntuale e autosufficiente. Essendo poi un regista che ha conosciuto da vicino il sistema cinematografico hollywoodiano, prima di fare ritorno in Italia coi suoi ultimi successi, era sicuramente il cineasta giusto cui commissione un lavoro di questo tipo, ancorato alle radici del Belpaese ma dalla confezione e dagli intenti comunicativi internazionali. 

Foto Red Carpet Festa del Cinema di Roma: Getty Images

L’articolo Festa del Cinema di Roma 2020, Open Your Eyes: arte e tecnologia nel corto di Gabriele Muccino per Azimut Yachts proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa