Gotham Awards, trionfa Nomadland

Assegnati i Gotham Independent Film Awards, i premi sostenuti dall’Indipendent Film Project (IFP) arrivati quest’anno alla trentesima edizione e dedicati ai film realizzati con un budget inferiore ai 35 milioni di dollari.
Nomadland vince il premio principale, confermando il trend che vuole il film di Chloé Zhao in prima linea nella stagione dei premi. Leone d’Oro all’ultima Mostra del Cinema di Venezia e Premio del Pubblico al Toronto Film Festival, il dramma con Frances McDormand ha già conquistato molti riconoscimenti della critica americana (miglior film e miglior regia secondo National Society of Film Critics, Boston Society of Film Critics, Chicago Film Critics Association, allori solo per Zhao da Los Angeles Film Critics Association, New York Film Critics Circle e San Diego Film Critics Society).
Nel ruolo struggente di un batterista che sta perdendo l’udito, Riz Ahmed, miglior attore per Sound of Metal, rafforza la sua posizione in ottica Oscar, mentre la miglior attrice Nicole Beharie (Miss Juneteenth) ha superato a sorpresa la più lanciata McDormand.
Niente da fare per Martin Eden, candidato come miglior film internazionale: ha vinto il messicano Sin Señas Particulares.
 
Tutti i vincitori (qui le nomination):
Miglior filmNomadland di Chloé Zhao
Miglior documentarioA Thousand Cuts di Ramona S. DíazTime di Garrett Bradley
Miglior film internazionaleSin Señas Particulares di Fernanda Valadez
Miglior regista rivelazione
Andrew Patterson – L’immensità della notte
Miglior sceneggiatura
Radha Blank – The Forty-Year-Old Version
Dan Sallitt – Fourteen

SOUND OF METALCourtesy of Amazon Studios

Miglior attore
Riz Ahmed – Sound of Metal
Miglior attrice
Nicole Beharie – Miss Juneteenth
Miglior interprete rivelazione
Kingsley Ben-Adir – One Night in Miami
Serie rivelazioneWatchmen
Miniserie rivelazioneI May Destroy You
L’articolo Gotham Awards, trionfa Nomadland proviene da Cinematografo.




Leggi la notizia completa