«Ha minacciato di violentare mio figlio»: nuove accuse di Evan Rachel Wood contro Marilyn Manson

Alla terribile vicenda di accuse attorno a Marilyn Manson si aggiunge un nuovo inquietante dettaglio, riferito in una dichiarazione da una delle principali accusatrici del cantante, l’ex Evan Rachel Wood.

A febbraio 2021 l’attrice di Westworld ha puntato il dito contro Manson e i suoi presunti abusi fisici e psicologici: la Wood ha denunciato violenze subite sin da quando era adolescente e alla sua voce si sono aggiunte quelle di molte altre donne. Phoebe Bridgers, Wes Borland, Corey Feldman e infine la star del Trono di Spade Esmé Bianco hanno tutte fatto emergere racconti terribili riguardo il controverso artista.

Testimonianze cui ora vanno aggiunti i dettagli che arrivano da una deposizione della stessa Wood. Non si tratta della vicenda giudiziaria contro Brian Warner, bensì la causa in corso per l’affidamento del figlio che Evan Rachel Wood ha avuto nel 2013 con l’attore Jamie Bell. Qualche mese fa, la Wood si sarebbe trasferita da Los Angeles a Nashville, in Tennessee, senza dare la possibilità al padre di vedere il figlio. 

Il motivo di questa improvvisa fuga, sarebbe dovuto secondo la Wood alla necessità di mettere in salvo il figlio da alcune minacce che la stessa avrebbe valutato come molto reali, provenienti da quello che nella dichiarazione viene chiamato “il presunto colpevole“. Dai documenti condivisi dal Daily Mail, si legge: 

«Sono estremamente spaventata da lui. Ho sofferto gravi traumi psicologici ed emotivi per mano sua e temo che cercherà vendetta per la mia testimonianza facendo del male a me, mio figlio e i membri della mia famiglia. Nella mia esperienza, il presunto colpevole è una persona vendicativa che ha sempre reso chiaro come voglia rovinarmi la vita».

Il passaggio da brividi è proprio quello relativo al figlio. Marilyn Manson avrebbe detto di voler stuprare il figlio di 8 anni di Evan Rachel Wood, secondo quanto dichiarato dalla stessa attrice. In altri passaggi, vengono riportate presunte minacce ai figli di altre persone che hanno denunciato Manson. A preoccupare la Wood, tuttavia, non è solo il cantante, ma anche la sua fanbase che lei definisce piena di «Satanisti, pedofili e nazisti».

La deposizione dell’ex di Jamie Bell è ritenuta incredibile dallo stesso attore, che durante una mozione ha dichiarato: «Non capisco cosa stia succedendo. O le affermazioni di Evan secondo cui sta ricevendo minacce di morte sono reali e Jack non è al sicuro con lei, oppure non lo sono e lo sta tenendo mio figlio lontano da me per un motivo da lei inventato».

Subito dopo il post di accuse della Wood, Marilyn Manson aveva replicato: «La mia arte e la mia vita hanno sempre attirato le polemiche come calamite, ma queste recenti accuse su di me sono orribili distorsioni della realtà. Le mie relazioni intime sono sempre state del tutto consensuali e con partner dalla mentalità affine alla mia».

Foto: Axelle/Bauer-Griffin/FilmMagic




Leggi la notizia completa