Hope Davis: tutti i film con l’attrice e doppiatrice americana

Hope Davis è un’attrice americana.

Nata a Englewood (una città situata nella contea di Bergen) il 23 marzo del 1964, ha 57 anni e li porta benissimo. Oltre ad essere una donna molto affascinante, la Davis ha ottime capacità recitative.

Il suo esordio cinematografico risale al 1990, per il film Linea Mortale, diretto da Joel Schumacher. Negli anni successivi, ha ottenuto ruoli di un certo spessore, come ad esempio quello in American Splendor, che l’ha portata verso una nomination per i Golden Globe.

Anche per quanto riguarda il piccolo schermo, Hope è comparsa in varie serie tv. Basti pensare a Law & Order – Vittime speciali, Six Degrees – Sei gradi di separazione e tante altre.

Hope Davis film
Ecco gran parte dei film con Hope Davis:

Linea mortale, regia di Joel Schumacher (nel 1990)
Mamma, ho perso l’aereo, regia di Chris Columbus (nel 1990)
Il bacio della morte, regia di Barbet Schroeder (nel 1995)
Prossima fermata Wonderland, regia di Brad Anderson (nel 1998)
Arlington Road – L’inganno, regia di Mark Pellington (nel 1999)
Il segreto di Joe Gould, regia di Stanley Tucci (nel 2000)
Cuori in Atlantide, regia di Scott Hicks (nel 2001)
A proposito di Schmidt, regia di Alexander Payne (nel 2002)
American Splendor, regia di Shari Springer Berman e Robert Pulcini (nel 2003)
The Matador, regia di Richard Shepard (nel 2005)
Duma, regia di Carroll Ballard (nel 2005)
Infamous – Una pessima reputazione, regia di Douglas McGrath (nel 2006)

Ma anche:

L’imbroglio – The Hoax, regia di Lasse Hallström (nel 2006)
The Nines, regia di John August (nel 2007)
Synecdoche, New York, regia di Charlie Kaufman (nel 2008)
The Lodger – Il pensionante, regia di David Ondaatje (nel 2008)
Questioni di famiglia, regia di Vivi Friedman (nel 2011)
Disconnect, regia di Henry Alex Rubin (nel 2012)
Joker – Wild Card, regia di Simon West (nel 2015)
Captain America: Civil War, regia di Anthony e Joe Russo (nel 2016)
Rebel in the Rye, regia di Danny Strong (nel 2017)
Greenland, regia di Ric Roman Waugh (nel 2020)




Leggi la notizia completa