Il Trono di Spade: le scene tagliate dalla serie avrebbero spiegato la follia di Daenerys. Ecco quali

Siete tra i delusi dal finale del Trono di Spade? Oltre a essere in buona compagnia – anche l’autore stesso dei libri si è esposto sulla questione – sappiate che esistono alcune scene tagliate dall’ultima stagione che potrebbero farvi sentire meglio. Oppure peggio.

Parliamo nello specifico di una delle scelte più discusse della serie HBO: Daenerys che rade al suolo Approdo del Re, uccidendo bambini e innocenti. Benché alcune avvisaglie della sua follia fossero già state sparse qua e là nella serie – su tutte: il fatto che sia una Targaryen – per molti è stata una scelta totalmente improvvisa e ingiustificata, che ha di fatto ribaltato la percezione del personaggio. Tra le scene tagliate però ce ne sono alcune che riguardavano proprio l’evoluzione interiore di Daenerys.

Queste sequenze avrebbero mostrato la profonda solitudine del personaggio di Emilia Clarke, così come la sua presa di coscienza del fatto che il Nord non sarebbe mai stato al suo fianco e che persino Jon Snow, ormai, avesse smesso di amarla. Ambientata durante i festeggiamenti per la morte del Re della Notte, una delle scene in questione riportata in auge da Insider evidenziava lo stato d’animo di Daenerys e denotava che fosse l’unica a non gioire per la vittoria.

Osserva malinconicamente il sempre più distante Jon Snow e si incupisce quando Tormund si complimenta con il figlio bastardo di Ned Stark per aver cavalcato un drago. Una cosa che lei ha fatto più e più volte, visto che si tratta dei suoi figli. In questo modo, Daenerys viene spinta a pensare che non sarà mai accolta a braccia aperte da quella gente e ciò alimenta il malessere tra la Madre dei Draghi e il Nord.

Non solo, un’altra scena emersa dalla sceneggiatura dell’ultima stagione prevedeva un dialogo tra Jon e Daenerys: lei chiede al giovane se per lui sia solo “la sua Regina”. Le risponde di no, ma dopo averle dato un tiepido bacio si allontana, lasciandola di nuovo sola coi suoi pensieri e la sensazione di averlo perso per sempre. Altre scene avrebbero esplorato questa sensazione, mostrando Dany sempre più sola in quella terra che non le appartiene, mentre cerca in ogni modo di ritrovare un contatto con il suo amato. In una, Jon ammette di provare ancora dei sentimenti, ma anche di non approvare le sue scelte. A turbarlo particolarmente, poi, ci sarebbe la questione del legame di sangue tra loro.

Poi, il momento decisivo. Comprendendo che Jon disprezza ormai il loro amore, Daenerys decide di abbandonarlo, non prima di avergli detto una frase decisamente rivelatrice: se Westeros non la ama, allora dovrà temerla. Da qui, la “follia” che l’ha portata a bruciare una città.

Scene in più che avrebbero aiutato meglio a giustificare lo stato d”animo del personaggio in maniera molto più lineare e coerente: la devastazione portata dalla Targaryen ad Approdo del Re in questo modo non era più quello di farsi accettare, ma di regnare esclusivamente con la forza. E forse avrebbe cambiato un po’ il giudizio sul finale.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere come sempre nei commenti.

Leggi anche: Il Trono di Spade: cos’è successo a Daenerys e Drogon dopo il finale? Lo spiega un’antropologa

 
Foto: MovieStills




Leggi la notizia completa