Johnny Depp e Amber Heard: la verità sull’episodio più disgustoso del processo

 

Nei giorni scorsi è stato emesso il verdetto della sentenza che contrapponeva l’attore Johnny Depp all’ex moglie Amber Heard e al quotidiano The Sun in una causa per diffamazione. 

 
L’esito del processo, come ufficializzato nei giorni scorsi, è stato ben poco clemente verso il divo dei Pirati dei Caraibi e la sentenza legittima di fatto l’espressione “picchiatore di mogli” (“wife beater”) che il noto tabloid inglese aveva affibbiato a Depp: una frase che d’ora in poi, almeno stando al primo round della contesa, potrà essere utilizzata senza che Depp possa, in sostanza, opporre resistenza o perlomeno bollare la formula come priva di fondamento.
 
Il giudice incaricato, Andrew Nicol, si è anche soffermato sul controverso e chiacchierato caso delle feci nel letto di Depp, forse il retroscena e l’episodio in assoluto più disgustoso e “colorito” dell’intera, vicenda giudiziaria. In quel caso Depp aveva rispedito al mittente, cioè alla Heard, le accuse. Nella fattispecie, stando all’attore, la Heard o alcune sue amiche avrebbero depositato delle feci umane sul letto e che non si sarebbe trattato affatto di sterco riconducibile a un cane. 
 
Il giudice dell’Alta Corte di Londra, nella sua sentenza di quasi 600 parole risalente a lunedì scorso, ha però scritto: «Per quello che vale, sono dell’idea che sia improbabile che la signora Heard, o uno dei suoi amici, sia responsabile di quel fatto» . Secondo Nicol sarebbe stata «una trovata inefficace per vendicarsi di Depp», che oltretutto lasciò l’appartamento il giorno successivo. Uno dei cagnolini della Heard, di nome Boo, come riportato dal magistrato potrebbe «non aver avuto piena padronanza dei propri intestini per via del consumo accidentale di marijuana». 
 
Al colmo delle dinamiche trash dell’intera situazione, la sezione della sentenza che riportava gli stralci di cui sopra era intitolata proprio “feci sul letto”. Il giudice ha analizzato diversi episodi presentati dalla difesa del giornale e alcune “ammissioni sostanziali” fatte dall’attore stesso.
 

«Questa accusa è completamente falsa ed è stata concepita esclusivamente per umiliare la signora Heard», ha detto in precedenza un portavoce dell’attrice alla stampa.

Depp aveva denunciato per diffamazione anche Amber Heard negli Stati Uniti per un editoriale del Washington Post in cui lei lo accusa di violenza domestica. 

Secondo Johnny quelle parole gli hanno causato un danno d’immagine ma anche economico, perché l’articolo avrebbe contribuito alla fine del suo contratto con la Disney per il franchise di Pirati dei Caraibi. Su internet i fan si sono scatenati in difesa del loro idolo inondando Twitter e Instagram dell’hashtag #JusticeForJohnnyDepp.

La lotta furibonda tra i due, ad ogni modo, ha tutta l’aria di essere appena agli inizi e la contesa proseguirà probabilmente, nelle aule di tribunale, tra ricorsi, successivi gradi di giudizio e colpi bassi. 

Fonte: Page Six

Foto: Getty Images (Daniel Leal-Olivas) 

 

L’articolo Johnny Depp e Amber Heard: la verità sull’episodio più disgustoso del processo proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa