L’esercizio ringrazia

La prima cosa da fare è ringraziare. Ringraziare tutti quelli che hanno letto, sostenuto, firmato, scritto, passato parola e ascoltato la voce dei cinema indipendenti.

In appena 10 giorni le adesioni sono state tantissime, superando le 6000 firme.
Ad oggi 128 le sale di tutta Italia che hanno firmato la lettera e 242 i sostenitori professionisti del mondo cinematografico.

La risposta è stata calorosa anche dagli amici oltre confine: la richiesta è stata tale da portare alla traduzione in inglese e francese della lettera, che sono state pubblicate sempre su www.lasci.cloud.

Vogliamo ringraziare anche il generoso illustratore Salvo Ricceri, che ci ha donato una bellissima illustrazione a rappresentare il nostro stato d’animo: una nave cinema che resiste alle intemperie, continua a resistere.
A questo proposito vogliamo invitare altri illustratori a mandarci, se lo desiderano, il loro lavoro a sostegno dell’iniziativa, apriremo una sezione nel sito dove pubblicare i loro lavori.

Lo stesso vale per gli amici esercenti: il proposito è quello di fare della lettera un punto di partenza per condividere riflessioni ed esperienze, parlare dei problemi comuni in un aperto e libero confronto, nell’ottica di valutare lo stato del nostro comparto prima e durante l’emergenza e in vista della riapertura e di cercare soluzioni creative per migliorare la situazione di tutti. A questo proposito, è stato lanciato un primo video-appuntamento con le sale aderenti per fare il punto insieme.

La lettera è pubblicata all’indirizzo www.lasci.cloud
Sul sito è possibile firmare a sostegno dell’iniziativa.

Per informazioni: lasci@lasci.cloud
Per adesioni di sale e professionisti del cinema: firmo@lasci.cloud
L’articolo L’esercizio ringrazia proviene da Cinematografo.




Leggi la notizia completa