Marvel, Kevin Feige svela i piani per la rappresentazione LGBTQ+: «È solo l’inizio»

Il futuro dei Marvel Studios sarà ancora più inclusivo: a ribadire il concetto già espresso qualche tempo fa dalla vice-presidente Victoria Alonso ora è direttamente Kevin Feige. Il “gran capo Marvel” ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito durante la premiere mondiale di Eternals, film che domenica 24 ottobre chiuderà anche la Festa del Cinema di Roma con una parata di stelle sul red carpet.

Intervistato da Variety, Feige ha annunciato che i piani per la rappresentazione LGBTQ+ non sono finiti, anzi: in Eternals farà la sua comparsa il primo personaggio dichiaratamente omosessuale dell’universo cinematografico Marvel. Si tratta di Phastos, interpretato da Brian Tyree Henry nel film di Chloé Zhao. A specifica domanda, il presidente ha risposto:

«Ci sono stati supereroi gay in passato, nei fumetti. È giunto il momento che sia così anche nei film. È solo l’inizio» QUI IL VIDEO 

Le parole di Kevin Feige fanno il paio con quanto dichiarato tempo fa da Victoria Alonso, che sempre a Variety aveva dichiarato: «Ha bisogno di tempo, ma ci sono molte storie che possiamo raccontare – poi ha aggiunto – Voglio dare maggior risalto a coloro che lo sono [LGBTQ+]. Non cambieremo niente. Mostriamo solo al mondo chi sono queste persone, chi sono questi personaggi. Abbiamo molto in ballo e penso che sarà rappresentativo del mondo di oggi. Non lo faremo tipo nel primo, secondo o terzo film o serie, ma faremo costantemente il nostro meglio per cercare di rappresentarli».

Come sottolineato da Feige, non si tratta di una rivoluzione, ma anzi i film dell’MCU sembrano avvicinarsi a qualcosa che i fumetti fanno già da moltissimo tempo: il primo eroe dichiaratamente omosessuale è stato Northstar quasi 30 anni fa, nel 1992, e lui stesso si è preso la copertina degli Astonishing X-Men grazie al primo matrimonio gay della Marvel assieme a Kyle Jinadu. Poi è stata anche celebrata l’unione tra i due Giovani Vendicatori Wiccan e Hulking e del 2015 è il primo personaggio transgender dei fumetti, Endo.

Non è da meno la DC Comics, che pochi giorni fa ha annunciato che la nuova versione di Superman (il cui mantello è passato dal padre Clark al figlio Jon) è bisessuale. E così anche la storica spalla di Batman, Robin, ha recentemente fatto coming out.

Foto: Marvel Studios / Emma McIntyre/WireImage

Fonte: Variety




Leggi la notizia completa