MIA MADRE FA L'ATTRICE – In viaggio con Mammà

Esce in sala “Mia madre fa l’attrice”, il documentario di Mario Balsamo presentato al Festival di Torino. E non possiamo non consigliarvi di andarlo a vedere, un po’ perché è il primo film italiano di un certo spessore che arriva al cinema dopo quasi tre mesi, un po’ perché Balsamo sembra proprio aver trovato una chiave per scardinare la fortezza del documentario italiano.
Idee chiare e un racconto che mescola diverse tecniche e stili, mai noioso o ostentatamente e ostinatamente oggettivo, riesce a trasformare una vicenda personale nella storia di tutti, facendo finalmente di un documentario un quadro d’autore apprezzabile da ogni tipo di pubblico.

C’è ironia in una storia che ognuno di noi potrebbe sentire propria. Riscoprire il passato da attrice della signora Silvana Stefanini, non è che un pretesto per riavvicinarsi dopo anni di distacco e dopo la drammatica, sana frattura post adolescenziale. Con i capelli grigi e una grave malattia alle spalle, Mario Balsamo forza se stesso e riprende un discorso cominciato con i genitori venti anni fa. Il video del 1996 in cui annuncia ad entrambi la sua intenzione di girare un film sulla carriera di attrice della madre è commovente e mostra la capacità di mantenere viva la voglia di racconto.

Di mamme “difficili” ce ne sono parecchie e la chiave che sceglie il regista/figlio per riuscire ad avvicinarsi per raccontarla è quella della finzione seguita dalla realtà, con parti recitate, e dunque prive di ogni possibile commento materno, e spezzoni oltre lo stop, che riescono a mostrare il vero volto di entrambi.




Leggi la notizia completa