Note di regia di “Dulcinea”

Dulcinea è il primo di tre lavori girati integralmente all’interno di ambienti domestici. L’ho chiamata “trilogia dell’appartamento”. Si tratta di tre lungometraggi ossessivi e patologici in cui la solitudine delle vicende dei protagonisti è messa in costante rapporto con lo spazio architettonico ospitante. Tre lavori in tre formati diversi: 16mm per Dulcinea, VHS e videocamera digitale per gli altri due, attualmente in fase di realizzazione. In Dulcinea la solitudine che permea i protagonisti è una presenza assente, celata da azioni routinarie e dalla didascalica successione degli eventi che li colloca apparentemente fuori dal tempo e dalle miserie umane. Svuotati da ogni psicologismo, gli attori aderiscono per tutta l’opera ad una postura ingessata, conducendo lo spettatore di fronte a una pièce marionettistica di riesumazione e sessualità feticista.

Luca Ferri




Leggi la notizia completa