Serie tv fantasy: i titoli da non perdere tra grandi cult e le novità degli ultimi anni

Serie tv fantasy: se siete amanti del genere o se volete tuffarvi in questo mare pieno di magia e creature sovrannaturali, ecco la lista dei titoli imperdibili. Dai grandi classici ai successi più recenti.

Il fantasy è un genere spesso bistrattato, preso poco sul serio, se non ridicolizzato. Ma è raro che, una volta entrati nel mondo delle serie tv fantasy, per puro caso o per sfinimento a causa dell’insistente sponsorizzazione di un amico, non si finisca per rimanerne ammaliati. A quel punto, è impossibile uscirne. Ci può essere un allontanamento momentaneo, giusto il tempo necessario a trovare un’altra serie per cui perdere la testa. E il sonno. La vita sociale. La cognizione del tempo.

Serie tv Fantasy: fine anni ’90 primi anni 2000
Partiamo con una serie cult: Xena – La principessa guerriera. L’invito, soprattutto alle nuove generazioni, è quello di recuperarla. Assolutamente!

“Al tempo degli dei dell’Olimpo, dei signori della guerra e dei re, che spadroneggiavano su una terra in tumulto, il genere umano invocava il soccorso di un eroe, per riconquistare la libertà.” E finalmente arrivò Xena “l’invincibile principessa guerriera, forgiata dal fuoco di mille battaglie. La lotta per il potere, le sfrenate passioni, gli intrighi, i tradimenti furono affrontati con indomito coraggio da colei che, sola, poteva cambiare il mondo.” Uno degli intro più famosi nella storia del piccolo schermo!

Andata in onda dal 1995 al 2001, nasce come spin-off della serie Hercules e appartiene al sottogenere del fantasy mitologico. Nei panni della principessa guerriera c’era lei, Lucy Lawless, affiancata dalla fedele Olimpia, interpretata da Renée O’Connor. La serie si compone di sei stagioni, per un totale di 137 episodi.

Serie tv fantasy: Buffy l’ammazzavampiri (1997 – 2003)
Altro grande cult degli anni ’90 – 2000. Qui siamo nel sottogenere horror-action.

La serie, composta da sette stagioni, per un totale di 144 episodi, è stata trasmessa dal 1997 al 2003, scritta da Joss Whedon, già autore dell’omonimo film del 1992. Il personaggio protagonista, anche qua femminile, è Buffy Summers – interpretata da Sarah Michelle Gellar -, una ragazza di Los Angeles cui verrà affidato il ruolo di cacciatrice di vampiri, demoni e forze del male. Al suo fianco in questa guerra, la Scooby Gang.

Quello che si presentò al mondo come un teen drama si rivelò, episodio dopo episodio, stagione dopo stagione, una delle migliori serie tv. E non solo di quegli anni. Di sempre. Ancor oggi, infatti, conserva immutato tutto il suo fascino.
Il cast di Buffy L’ammazzavampiri | Foto: Getty Images
Tra i personaggi principali: Xander Harris, interpretato da Nicholas Brendon, membro della gang, amico d’infanzia di Willow e abile combattente; Willow Rosenberg, interpretata da Alyson Hanniga, migliore amica di Buffy, molto intelligente e bravissima hacker; Dawn Summers, interpretata da Michelle Trachtenberg, la sorella minore di Buffy.

E ancora: Cordelia Chase, interpretata da Charisma Carpenter; Rupert Giles, interpretato da Anthony Head; Angel, interpretato da David Boreana; Spike, interpretato da James Marsters; Riley Finn, interpretato da Marc Blucas; Anya Jenkins, interpretata da Emma Caulfield; Tara Maclay, interpretata da Amber Benson.

È disponibile su Disney+.

Streghe (1998 – 2006)
Restiamo tra gli anni ’90 e i primi 2000. La serie segue le avventure delle sorelle Halliwell: Prue (Shannen Doherty), Piper (Holly Marie Combs) e Phoebe (Alyssa Milano). Alle quali si unirà Paige (Rose McGowan). Streghe particolarmente forti, “predestinate” a essere le più potenti della storia. Ognuna di loro è dotata di poteri magici, che uniti costituiscono il “Potere del Trio”, fonte magica benevola il cui scopo è quello di proteggere gli innocenti dal male.

Si tratta di una delle serie fantasy più popolari di sempre. Negli anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui, nel 2006, il premio Academy of Motion Picture Arts and Sciences, per essere la serie più longeva della storia con tutte protagoniste femminili.

La trovate su Ray Play.

Serie tv Fantasy più longeva: Supernatural (2005 – 2020)
Inoltriamoci nel anni 2000 con Supernatural, creata da Eric Kripke. Questa serie tv fantasy ha fatto il suo esordio nel 2005 (due anni dopo in Italia) e si è conclusa nel 2020 (2021 in Italia), dopo ben quindici stagioni e 327 episodi. Il progetto originale prevedeva solo tre stagioni.

Al centro della storia, due fratelli: Sam e Dean Winchester, interpretati rispettivamente da Jared Padalecki e Jensen Ackles. Entrambi cacciatori di demoni e altre figure sovrannaturali.

Tra i personaggi principali: Ruby, interpretata da Katie Cassidy e Genevieve Cortese; Castiel, interpretato da Misha Collins; Crowley, interpretato da Mark Sheppard; Lucifero / Nick, interpretato da Mark Pellegrino; Jack Kline / Belphegor, interpretato da Alexander Calvert.

Nel corso degli anni ha ottenuto diversi premi e candidature, tra cui due nomination agli Emmy. Trovate tutti gli episodi su Amazon Prime Video.

Serie tv fantasy: Merlin (2008 – 2012)
“In una terra di miti e in un’era di magia, il destino di un grande regno si poggia sulle spalle di un ragazzo. Il suo nome: Merlino.”

Basata interamente sul Ciclo Arturiano, la serie racconta le avventure del mago Merlino e di Artù Pendragon da giovani, fin dal loro primo incontro. Nel corso delle cinque stagioni assistiamo alla crescita personale dei due personaggi e all’evoluzione del loro rapporto. Il finale, diviso in due parti, ha visto la rivisitazione delle leggende arturiane.

Colin Morgan è Merlino mentre Bradley James interpreta Artù Pendragon.

Nel cast principale anche: Angel Coulby nei panni Gwen; Katie McGrath in quelli di Morgana; Anthony Head nel ruolo di Uther Pendragon; Richard Wilson è Gaius; Nathaniel Parker è Agravaine de Bois.

Il punto di forza? Il rapporto tra Merlino e Artù. Profondo e divertente. Impossibile, per lo spettatore, non affezionarsi a questi due personaggi. Il tutto arricchito da miti, leggende, segreti e magia.

Trovate la serie completa su Netflix.

The Vampire Diaries (2009 – 2017)
Sviluppata da Kevin Williamson e Julie Plec, si basa sull’omonima serie di romanzi scritta da Lisa J. Smith. È andata in onda dal 2009 al 2017, per un totale di 171 episodi distribuiti in otto stagioni.

La protagonista è Elena Gilbert (Nina Dobrev), una ragazza adolescente che, insieme al fratello Jeremy (Steven R. McQueen), si trasferisce nella città di Mystic Falls, in Virginia, dalla zia Jenna. La donna è diventata loro tutrice dopo la morte dei genitori, che hanno perso la vita in un incidente stradale sul ponte Wickery Bridge. È a Mystic Falls che Elena conoscerà Stefan Salvatore (Paul Wesley), un vampiro centenario che la salvò da morte certa il giorno dell’incidente stradale in cui persero la vita i suoi genitori. Incontrandola, Stefan si renderà conto che Elena è identica alla vampira Katherine Pierce, che trasformò lui e suo fratello Damon (Ian Somerhalder) in vampiri durante la guerra civile. Elena scoprirà presto che Mystic Falls è tutto fuorché una cittadina tranquilla e che la sua stessa vita è in pericolo, minacciata da Klaus Mikaelson (Joseph Morgan).

La serie ha ricevuto numerose nomination e premi, tra cui cinque People’s Choice Award e ventotto Teen Choice Awards.

Nel 2013 ha debuttato lo spin-off The Originals, incentrato sull’ibrido Originale Klaus Mikaelson e sulla sua famiglia. La serie è arrivata a cinque stagioni. Da questo spin-off ne è stato creato un altro, Legacies, che ha fatto il suo esordio nel 2018 ed è finora giunto alla quarta stagione, inedita in Italia. Legacies ha come protagonista Hope (Danielle Rose Russell), la figlia di Klaus Mikaelson ed e Hayley Marshall (Phoebe Tonkin).

Serie tv fantasy: l’inizio di una nuova era
Game of Thrones (2011 – 2019)
Richard Dormer, Maisie Williams, Kerry Ingram, Gemma Whelan, Pilou Asbæk, Isaac Hempstead Wright, Joe Dempsie, Conleth Hill, Hannah Murray, Ben Crompton, John Bradley, il produttore Chris Newman, il produttore esecutivo Bernadette Caulfield, gli attori Kit Harington, Carice van Houten, Liam Cunningham, Jerome Flynn, Nathalie Emmanuel, Jacob Anderson e Sophie Turner | Foto: Getty ImagesQuesta lista non avrebbe ragione di esistere se non nominassimo lei, La serie fantasy che ha segnato l’inizio di una nuova era del genere. Stiamo ovviamente parlando de Il trono di Spade. Creata da David Benioff e D. B. Weiss, ha debuttato sul piccolo schermo il 17 aprile 2011, per poi arrivare a conclusione il 19 maggio 2019. Per un totale di 73 episodi distribuiti in otto stagioni. In Italia, il primo episodio è stato trasmesso in data 11 novembre 2011, l’ultimo il 27 maggio 2019.

La serie cult targata HBO, è ispirata alla saga fantasy di George R.R. Martin, in cui “re, regine, cavalieri e ribelli combattono una sanguinosa guerra civile nel Westeros per conquistare il Trono di Spade.”

Nove record del mondo, 59 Emmy, 160 nomination in totale: questi numeri dimostrano chiaramente il livello raggiunto da questa serie. Acclamata, visibilmente, da pubblico e critica per la recitazione, la caratterizzazione dei personaggi, la trama e la qualità della produzione. Sebbene negli anni non siano mancate le critiche. Le polemiche hanno riguardato, in particolar modo, il ricorso frequente all’utilizzo di nudo e di violenza fisica e sessuale. La serie ha ricevuto accuse di sessismo per la rappresentazione dei personaggi femminili, mostrati inizialmente come mere vittime della violenza maschile. Tali accuse hanno portato a notevoli cambiamenti, e l’evoluzione dei personaggi femminili è andata di pari passo con la crescita della serie. Da vittime a donne forti e indipendenti, che si sono prese il centro della scena. L’ultima stagione è stata invece attaccata soprattutto per alcune scelte narrative, non particolarmente gradite a una parte degli appassionati.

E a proposito di personaggi, una delle peculiarità di Game of Thrones sta proprio nell’elevato numero di personaggi. Ricordarseli tutti non è impresa facile, e i loro nomi non la semplificano di certo! Ma fa parte del fascino di questa serie: tanto bella e intrigante quanto complicata. È una serie che bisogna seguire attentamente. Il rischio è infatti quello di perdersi nel fitto reticolato di intrighi, sottotrame, personaggi che scompaiono e ricompaiono dopo svariati episodi. Se state attraversando un periodo decisamente stressante e vorreste “spegnere la mente” con una serie non particolarmente elaborata, beh, meglio optare per qualcos’altro. Se invece volete iniziare la vostra avventura nel mondo fantasy con un suo degno rappresentante, Il Trono di Spade deve sicuramente essere la vostra scelta!

Trovate la serie completa nel catalogo di Infinity.

House of the Dragon
Dalla serie madre sono nati diversi progetti spin-off, come spesso accade quando viene raggiunto un certo successo. Alcuni di questi sono stati successivamente abbandonati. Non House of the Dragon, di cui è uscito recentemente il primo trailer ufficiale.

Basata sul libro di George R.R. Martin Fuoco e sangue, la serie è ambientata 300 anni prima degli eventi narrati ne Il Trono di Spade e sarà incentrata sulla dinastia dei Targaryen. La prima stagione sarà composta da dieci episodi. In House of the Dragon vedremo una rappresentazione delle donne molto diversa rispetto a quella che, soprattutto nelle prime stagioni, ha contraddistinto la serie madre, oggetto per questo di aspre critiche. Lo ha sottolineato Olivia Cooke, attrice che interpreterà Alicent Hightower, figlia di Otto Hightower.

Leggi anche: House of the Dragon: il prequel tratterà le donne in modo molto diverso da Game of Thrones

Nel cast anche: Matt Smith nei panni di Daemon Targaryen; Emma D’Arcy in quelli di Rhaenyra Targaryen; Rhys Ifans nel ruolo di Otto Hightower; Steve Toussaint nella parte di Corlys Velaryon; Eve Best in quella di Rhaenys Velaryon; Fabien Frankel è Criston Cole; Sonoya Mizuno interpreta Mysaria.

E ancora: Paddy Considine (Re Viserys I), Ryan Corr (Ser Harwin ‘Breakbones’ Strong); Jefferson Hall (Lord Jason Lannister); David Horovitch (Gran Maestro Mellos); Graham McTavish (Ser Harrold Westerling); Matthew Needham (Larys Strong); Bill Paterson (Lord Lyman Beesbury); Gavin Spokes (Lord Lyonel Strong).

Oltre ad House of the Dragon, HBO ha mostrato il suo interesse per la realizzazione di una serie tratta dalla raccolta di racconti pubblicata da George R.R. Martin, intitolata Tales of Dunk and Egg. Sarebbe ambientata 90 anni prima degli eventi di Game of Thrones.

Serie tv Fantasy: Penny Dreadful (2014 – 2016)
Si distingue dagli altri contenuti per essere uno dei pochi appartenenti a questo genere ad avere un’ambientazione gotica. Siamo infatti nella Londra Vittoriana, dove si intrecciano le vicende di celebri personaggi della letteratura horror quali Victor Frankenstein, Dr. Jekyll, il conte Dracula, e tipici personaggi del mondo fantasy come licantropi, streghe e vampiri. La serie deve il suo titolo alle omonime pubblicazioni del XIX secolo e si ispira a La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore. Questa serie tv fantasy è andata in onda dal 2014 al 2016, per un totale di 27 episodi in tre stagioni.

L’aristocratico Sir Malcolm Murray (Timothy Dalton) fa parte di un’organizzazione che dà la caccia a creature sovrannaturali. Al suo fianco, l’amica Vanessa Ives (Eva Green), che detiene l’incarico di trovare nuove reclute che sposino la loro causa. Come Ethan Chandler (Josh Hartnett), rampollo di una famiglia nobiliare caduto in rovina per la sua vita di eccessi, ma anche abile tiratore. Dopo che un gruppo di vampiri rapisce Mina (Olivia Llewellyn), la giovane figlia di Sir Murray e amica di infanzia di Vanessa, l’organizzazione dà il via alla caccia. Ciò li porterà a fare la conoscenza del Dottor Frankestein (Harry Treadaway) e la sua Creatura (Rory Kinnear), Dorian Gray (Reeve Carney) e Brona (Billie Piper), oscuramente legata a tutti loro.

Potete vederla su Now Tv.

Lucifer (2016 – 2021)
Creata da Tom Kapinos, appartiene al sottogenere urban fantasy e, come si può facilmente evincere dal titolo, segue le vicende del Signore dell’Inferno, interpretato da Tom Ellis.

Infelice e annoiato, Lucifer decide di lasciare l’inferno e il suo trono per stabilirsi a Los Angeles, insieme alla sua migliore amica, nonché demone torturatore, Mazikeen (Lesley-Ann Brandt). Nella città degli angeli caduti assumerà le sembianze di Lucifer Morningstar, l’affascinante proprietario di un nightclub, il Lux. Il brutale omicidio di una ragazza, avvenuto proprio fuori dall’esclusivo locale, porterà nella sua vita Chloe Decker (Lauren German), la detective del Dipartimento di Polizia di Los Angeles. La quale, rimasta colpita dalle capacità di Lucifer, gli propone di entrare a far parte, come consulente, della Omicidi di Los Angeles. Inizierà così un percorso che determinerà grandi cambiamenti nella vita di entrambi.

Nel cast anche: Kevin Alejandro nei panni Daniel Espinoza, ex marito di Chloe e padre di Trixie (Scarlett Estevez); D. B. Woodside in quelli dell’angelo Amenadiel, fratello di Lucifer; Rachael Harris nella parte della psicoterapeuta Linda Martin; Aimee Garcia, che interpreta il medico forense Ella Lopez.

La serie si compone di sei stagioni, per un totale di 93 episodi, ed è interamente disponibile su Netflix. Si tratta della trasposizione dell’omonimo fumetto scritto da Mike Carey e pubblicato dalla casa Vertigo.

The Witcher (2019 – in corso)
Henry Cavill | Foto: Getty ImagesAltra serie tv fantasy targata Netflix, creata da Lauren Schmidt Hissrich. È l’adattamento televisivo dell’omonima saga letteraria creata dal polacco Andrzej Sapkowski, la stessa che ha ispirato il famoso videogioco, con protagonista Geralt di Rivia, qui interpretato da Henry Cavill. La prima stagione, composta da 8 episodi, è approdata su Netflix il 20 dicembre 2019; la seconda arriverà il prossimo 17 dicembre.

Geralt di Rivia è un witcher, un essere umano geneticamente modificato dotato di superpoteri, a cui vengono affidate, su commissione, delle missioni da portare a termine. In un mondo abitato da esseri umani, elfi, nani e altre specie magiche, l’equilibrio è perennemente precario. Per questo sono stati creati i witcher, per proteggere le razze civilizzate dai mostri che li minacciano.

Il cammino e il destino di Geralt si incrocerà con quello della potente strega Yennefer (Anya Chalotra) e della giovane principessa Cirilla (Freya Allan). Yennefer, ripudiata dal padre perché nata deforme, è stata educata alle arti magiche dalla potente sacerdotessa Tissaia de Vries (MyAnna Buring). Ciri è l’unica erede di Cintra e per questo è inseguita da Nilfgaard. Lei e Geralt sono destinati l’uno all’altra e tra di loro si svilupperà un rapporto molto forte, come quello tra un padre e una figlia.

Nella seconda stagione scopriremo un Geralt più intellettuale e saggio. Cavill ha recentemente dichiarato di aver insistito parecchio affinché il suo personaggio fosse il più aderente possibile al Geralt dei romanzi. Non sarà sicuramente più allegro ma certamente assisteremo a una sua evoluzione. Anche come figura genitoriale.

La serie vanta già due spin-off: il film d’animazione The Witcher: Nightmare of the Wolf e la miniserie The Witcher: Blood Origin.

Leggi anche:

The Witcher: Nightmare of the Wolf. La recensione dello spin-off animato
The Witcher: Blood Origin, Netflix annuncia il cast ufficiale del prequel

Queste Oscure Materie (2019 – in corso)
Questa serie tv fantasy targata BBC e HBO, si basa sull’omonima e famosa trilogia di Philip Pullman. Giunta alla seconda stagione, è già stata rinnova per un terzo e ultimo ciclo di episodi, che completerà l’adattamento dei libri.

In un mondo parallelo, l’anima delle persone si materializza sotto forma di un animale parlante, il daimon, che sta sempre al fianco del suo umano. La società di questo mondo è controllata, in ogni suo aspetto, da un regime religioso chiamato il Magisterium. Come una dittatura teocratica, esercita il suo potere di repressione su scienza e progresso, dichiarando eretico chiunque o qualsiasi studio metta in discussione quanto stabilito dalla religione.

Lyra Belacqua (Dafne Keen) è una ragazzina orfana che vive al Jordan College di Oxford insieme al suo daimon Pantalaimon su decisione dello zio, Lord Asriel (James McAvoy). La sua vita scorre tranquilla finché non viene a conoscenza dell’esistenza di uno strano fenomeno denominato Polvere, che il Magisterium considera estremamente eretico, data la sua natura inspiegabile. Quando in città iniziano a sparire dei bambini per essere sottoposti, si vocifera, a degli esperimenti, Lyra decide di partire con l’obiettivo di salvarli. Intraprenderà così un pericoloso viaggio nel multiverso.

Nel cast anche Ruth Wilson nei panni della signora Coulter e Lin-Manuel Miranda in quelli di Lee Scoresby.

Tenebre e Ossa (2021- in corso)
Ideata da Eric Heisserer, questa serie tv fantasy Netflix è tratta dai bestseller del Grishaverse di Leigh Bardugo.

Siamo a Ravka, un Paese devastato dalla guerra e diviso in due dalla Faglia d’Ombra, un’immensa e spaventosa coltre oscura popolata da creature mostruose che non lasciano scampo a chiunque tenti di attraversarla. La Faglia è stata creata nottetempo dall’Eretico Nero, un potente Grisha in grado di evocare le ombre. I Grisha sono capaci di dominare i quattro elementi ma, proprio a causa de L’Oscuro, sono malvisti dal popolo. Secondo una profezia, sarà proprio un Grisha, chiamato Evocaluce, a distruggere la Faglia grazie ai suoi poteri. Si pensa, però, che non sia ancora venuto al mondo nessuno dotato di tali poteri.

Al centro della storia di Tenebre e Ossa troviamo Alina Starkov (Jessie Mei Li), un’orfana cresciuta nell’orfanotrofio di Keramzin che, insieme all’amico d’infanzia Malyen Oretsev (Archie Renaux), sarà costretta ad abbandonare il suo mondo per entrare nell’esercito di Ravka e attraversare la Faglia a bordo di un veliero. La vita di Alina verrà improvvisamente sconvolta. La ragazza scoprirà infatti di essere un Grisha e si unirà, nonostante le riluttanze iniziali, a questi speciali soldati nel tentativo di distruggere la Faglia. Al suo fianco, Aleksander Kirigan (Ben Barnes), l’affascinante Generale Nero, convinto che lei sia L’Evocaluce. Ben presto, però, Alina capirà che, in questo mondo di forze oscure, nulla è come sembra, e che gli amici possono rivelarsi i nemici peggiori.

Tra i personaggi principali anche: Kaz Brekker (Freddy Carter), il leader dei Corvi, una banda di malvivente di Ketterdam; Inej Ghafa (Amita Suman), ex acrobata e ora membro della banda di Kaz; Jesper Fahey (Kit Young), tiratore scelto e anche lui membro della banda di Kaz; Baghra (Zoë Wanamaker), istruttrice dei Grisha e madre del generale Kirigan.

La prima stagione è composta da otto episodi. L’annuncio del rinnovo della serie per una seconda stagione è arrivato lo scorso luglio.




Leggi la notizia completa