Spider-Man: No Way Home, forse c’è un importante dettaglio dei trailer che dovremmo considerare

Ok, i trailer di Spider-Man: No Way Home sono approdati online e tutti stiamo cercando degli indizi che confermino o smentiscano la presenza nel film dei Peter Parker interpretati da Tobey Maguire e Andrew Garfield, i due personaggi che al momento i fan sono più curiosi di vedere. È comprensibile, considerando che ammirare un trio del genere in live-action non è cosa di tutti i giorni. Ma non dimentichiamo che abbiamo anche una valanga di villain a rapporto, un universo che si sta spaccando, uno Stregone Supremo nei guai e soprattutto, un oggetto non indentificato che sembra essere al centro della narrazione, ma di cui si è parlato poco e niente.

Nei trailer vediamo infatti Peter rubare un misterioso cubo dalle mani di Doctor Strange, che d’altro canto cerca in tutti i modi di impedire al ragazzo di entrarne in possesso, reagendo al gesto con estrema preoccupazione. Insomma, sappiamo di trovarci di fronte a qualcosa di estremamente potente e che, in base a quanto si evince dai dialoghi, potrebbe aiutare Spider-Man a salvare coloro che sono arrivati dalle altre dimensioni.

Ma di cosa si tratta? Le speculazioni sul web sono chiaramente tantissime, ma secondo una delle ipotesi più interessanti, quel cubo servirebbe a contenere un amuleto che sicuramente i lettori dei fumetti Marvel conosceranno: il Siege Perilous.

In breve, si tratta di un oggetto donato da Roma – la figlia di Merlino – agli X-Men allo scopo di consentire ai mutanti di iniziare una nuova vita, qualora quella da supereroi li avesse sopraffatti. Il suo potere è infatti quello di creare un portale in grado di garantire a chiunque lo attraversi una seconda possibilità: nuova carriera, nuova casa, nuovi affetti.

Tuttavia, non solo conduce chi lo utilizza in una dimensione alternativa sconosciuta, ma può fargli dimenticare tutto della sua precedente vita e può causare trasformazioni imprevedibili nelle persone: c’è chi si fonde ad altre entità, chi ottiene una versione di sé potenziata, chi diviene un guardiano della stessa porta. Insomma, un amuleto in grado di fare grandi cose, ma anche estremamente pericoloso.

Ma tornando a Spider-Man: No Way Home, a questo punto ha senso supporre che Peter Parker, essendo venuto a conoscenza del potere racchiuso nel Siege Perilous, abbia deciso di rubarlo a Doctor Strange per consentire ai villain – o agli eroi – provenienti dal Multiverso di iniziare una nuova vita in una dimensione alternativa, anziché venire uccisi “combattendo Spider-Man”, come dice lo Stregone. E se riuscendoci causasse gli sconvolgimenti che porteranno agli eventi che vedremo in Doctor Strange in the Multiverse of Madness? Insomma, come il Multiverso, le possibilità sono davvero infinite.

Cosa ne pensate? Credete che l’oggetto visto nel trailer possa essere davvero il Siege Perilous o avete altre ipotesi?

Il film, ricordiamo, è diretto ancora una volta da Jon Watts e interpretato dal protagonista Tom Holland al fianco di Zendaya nei panni di MJ, Jacob Batalon in quelli di Ned, Benedict Cumberbatch come Doctor Strange, Angourie Rice nel ruolo di Betty Brant, J. K. Simmons in quello di J. Jonah Jameson e Marisa Tomei, che tornerà ad interpretare la Zia May. Al loro fianco vedremo anche vecchie conoscenze come Jamie Foxx, Alfred Molina e Willem Dafoe. I primi due riprenderanno rispettivamente i ruoli dei villain Electro e Doctor Octopus, interpretati in The Amazing Spider-Man 2 per quanto riguarda Foxx, e in Spider-Man 2 parlando invece di Molina. Quanto a Dafoe, l’attore è apparso nel ruolo di Green Goblin in tutti i film della trilogia diretta da Sam Raimi.   

Leggi anche: Scarlet Witch si scontrerà con un potentissimo X-Men in Doctor Strange in the Multiverse of Madness?




Leggi la notizia completa