Spike Lee presidente della giuria a Cannes

Spike Lee sarà il presidente della giuria al 73° Festival di Cannes. Il festival si svolgerà da martedì 12 a sabato 23 maggio 2020. La selezione ufficiale e la composizione della giuria saranno svelate a metà aprile.
Regista, sceneggiatore, attore, montatore e produttore, il sessantaduenne Lee ha realizzato numerosi film che sono diventati oggetti di culto e ha portato nel cinema contemporaneo le domande e le questioni più controverse del suo tempo. Non ha mai perso di vista il pubblico, aumentandone la consapevolezza film dopo film.
Circondato dalla sua giuria, che sarà annunciata a metà aprile, Spike Lee assegnerà la Palma d’oro alla chiusura della 73a edizione, che si svolgerà dal 12 al 23 maggio 2020.
“È lui a sollevare il pugno. È stato lui a rendere omaggio a Robert Mitchum con le parole love e hate incise sui suoi anelli quando ha fatto il suo straordinario ingresso nella grande sala del Palais des Festivals nel 2018, quando, dopo un’assenza di 22 anni, il regista di Brooklyn è tornato al concorso con BlacKkKlansman e ha offerto prove lampanti di rabbia e virtuosismo ancora immutati” si legge nella nota ufficiale del Festival.
“Allo stesso tempo commedia esasperante, thriller poliziesco e pamphlet politico, il film ha ottenuto il Grand Prix seguito dal primo Oscar assegnato al regista per uno dei suoi film. A nome del Festival di Cannes, il suo consiglio di amministrazione e i suoi team, il presidente Pierre Lescure e il delegato generale Thierry Frémaux sono lieti di accogliere sia l’artista che l’uomo”.
“La prospettiva di Spike Lee è più preziosa che mai. Cannes è una patria naturale e una cassa di risonanza globale per coloro che (ri)risvegliano le menti e mettono in discussione le nostre posizioni e convinzioni. La personalità sgargiante di Lee cambierà sicuramente le cose”.
Spike Lee succederà ad Alejandro G. Iñárritu, la cui giuria, nel 2019, ha assegnato la Palma d’oro a Parasite del regista sudcoreano Bong Joon-ho, che continua a essere un successo nei cinema di tutto il mondo e ha appena vinto il Golden Globe per Miglior film straniero.
Spike Lee festeggiato da Will Smith, Wesley Snipes, Denzel Washington e Samuel L. Jackson per Oscar alla Carriera
 
DICHIARAZIONE DI SPIKE LEE
Nella mia vita, le più grandi benedizioni sono state quelle inaspettate, quando sono arrivate dal nulla. Quando ho ricevuto la chiamata con la proposta di essere presidente della giuria di Cannes per il 2020, sono rimasto scioccato, felice, sorpreso e orgoglioso allo stesso tempo.
Per me il Festival del cinema di Cannes (oltre ad essere il più importante festival cinematografico del mondo – nessuna mancanza di rispetto per nessuno) ha avuto un grande impatto sulla mia carriera cinematografica. Si potrebbe facilmente dire che Cannes ha cambiato la traiettoria di chi sono diventato nel cinema mondiale.
È iniziata nel lontano 1986, quando il mio primo lungometraggio Lola Darling ha vinto il Prix de la Jeunesse. Poi, nel 1989, Fa’ la cosa giusta in concorso. E non ho il tempo né lo spazio per scrivere dell’esplosione cinematografica che mi provoca, ancora 30 anni dopo. Quindi Jungle Fever in concorso nel 1991, Girl 6 – Sesso in linea selezionato fuori concorso nel 1996, Summer Of Sam nella Director’s Fortnight nel 1999, Ten Minutes Older in Un Certain Regard nel 2002 e poi BlacKkKlansman che in concorso nel 2018 ha vinto il Grand Prix, un trampolino di lancio per l’uscita cinematografica mondiale e che mi ha portato un Oscar per la sceneggiatura.
Quindi, se volete fare i conti, sono stati scelti 7 Spike Joints. In conclusione, sono onorato di essere la prima persona della diaspora africana (USA) ad essere nominata presidente della giuria di Cannes e di uno dei principali festival cinematografici. La famiglia Lee ringrazia sinceramente il Festival di Cannes, Pierre Lescure e Thierry Frémaux e le grandi personalità francesi che hanno supportato la mia carriera cinematografica per quattro decenni. Farò sempre tesoro di questa relazione speciale. Pace e amore.
SPIKE LEE DA PEOPLE’S REPUBLIC OF BROOKLYN, NEW YORK
L’articolo Spike Lee presidente della giuria a Cannes proviene da Cinematografo.




Leggi la notizia completa