Universo Marvel, Michelle Yeoh ha avuto uno scambio acceso con Jackie Chan: «Secondo lui le donne dovevano stare in cucina. Poi l’ho preso a calci in c*lo»

Molto prima di esordire nell’Universo Marvel, la star Michelle Yeoh si è resa indimenticabile per il pubblico grazie ai numerosi stunt eseguiti personalmente nei film d’azione. Pur non avendo mai praticato le arti marziali, l’attrice si è sempre duramente allentata per riuscire a realizzare da sola i combattimenti previsti nei lungometraggi ai quali ha lavorato. Non a caso l’artista è oggi riconosciuta come uno dei più grandi volti femminili del cinema d’azione e questo le ha consentito di ottenere un ruolo in Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli, in cui interpreta Jiang Nan (ma era apparsa in nel MCU anche nei panni di Aleta Ogord per il secondo capitolo di Guardiani della Galassia).

Ad oggi dunque è un’attrice molto apprezzata nell’ambiente e lo stesso Jackie Chan, con cui ha collaborato in più occasioni negli anni ’90, si fida di lei per eseguire gli stunt più difficili. Lo ha spiegato la stessa Michelle Yeoh nel corso di una lunga intervista al The Guardian, momento in cui ha raccontato che la star di Hong Kong è rimasto molto colpito dalle capacità della donna, ma al tempo stesso era preoccupato all’idea di doverli rieseguire meglio di lei; per questo le chiese di fermarsi: «Gli dissi “sei molti gentile a chiedermi di smettere!” – racconta la donna – Lui mi rispose “È perché ogni volta che tu ne fai uno, poi io dovrò farlo meglio di te”. La pressione era tutta su di lui, poveraccio».

Sembra dunque che oggi i due siano in ottimi rapporti, ma non è stato sempre così e l’intervistatore ha chiesto alla Yeoh se è vero che Jackie Chan fosse davvero convinto che il ruolo delle donne fosse in cucina; la risposta dell’interprete di Jiang Nan è stata piuttosto diretta: «Sì è vero, una volta lo credeva, finché non l’ho preso a calci in c*lo». Stando dunque alle sue parole, l’attore si è infine dovuto ricredere proprio grazie alle sue incredibili capacità – che dai tempi de La tigre e il dragone hanno convinto anche il pubblico più esigente. 




Leggi la notizia completa