VENEZIA 73 – Spello Film Festival, presentato alla Mostra

Donatella Cocchini, Presidente del festival, ha aperto la presentazione facendo conoscere la particolarità del Festival,ovvero la celebrazione dei professionisti, artigiani e artisti, che lavorano dietro alle quinte della macchina cinema.

Dopo il video introduttivo che attraverso le immagini delle precedenti edizioni ha raccontato il Festival del cinema di Spello nelle sue varie sfaccettature, sono state significative ed emozionanti le dichiarazioni dei due premi all’Eccellenza, Vittorio Storaro ed Ermanno Olmi.

Il Festival promuove anche le eccellenze umbre attraverso i borghi che vi partecipano, ha proseguito così il discorso con il Vice Presidente della Regione Umbria e Assessore al Turismo Fabio Paparelli, il quale nell’apprezzare l’attenzione ricevuta dal Festival del Cinema Città di Spello e dei Borghi Umbri, alla Mostra di Venezia per l’attività svolta per la valorizzazione delle professioni del Cinema, ha sottolineato come la Regione ha deciso di promuovere e sostenere la rete “Umbria terra di Festival del Cinema” con l’obiettivo di diffondere l’immagine dell’Umbria anche attraverso il settore cinematografico.

Altro punto che è stato sottolineato è stato la sensibilità nel sociale e, collegandosi ai giovani ed al sociale appunto, la Presidente ha lanciato alcune novità ed anticipazioni per il 2017: il concorso per gli istituti superiori con tema “cinema e cibo” per il miglior bozzetto di costume e il miglior bozzetto di scenografia, mentre per il cortometraggio il tema è “l’intelligenza artificiale”; il concorso per gli istituti alberghieri e per gli istituti post diploma, riguardante la creazione di un corto con tema “cinema e cibo”.

In più il progetto sull’inclusione multiculturale realizzato con la collaborazione della Caritas di Assisi. Ultima anteprima riguardante i giovani è il progetto con la scuola comunale di musica “A.Biagini”di Foligno, grazie alla collaborazione col maestro Federico Savina che insegnerà ai ragazzi la sincronizzazione della musica con le immagini ed il parlato. Al vincitore verrà consegnato il premio intitolato al Maestro “Carlo Savina”.

Donatella Cocchini ha dato due ulteriori anticipazioni: la prima è il tema dei documentari in concorso, che è cinema e cibo, la seconda è che 2017 verrà aggiunto un ulteriore premio per i professionisti del cinema alla categoria dei Creatori di Suono.




Leggi la notizia completa