VENEZIA 75 – Un omicidio, “Si sospetta movente passionale”

Una villa sul mare, quattro donne, un uomo morto. Ci sono tutti gli elementi del più classico dei gialli nel corto “Si sospetta movente passionale con l’aggravante dei futili motivi” di Cosimo Alemà, evento speciale di chiusura della 33a Settimana Internazionale della Critica.

Una ragazza viene accolta da altre tre donne, scoprendo nel giro di poco di essere solo una delle tante amanti dell’uomo che credeva suo. Tutto il racconto è giocato su un unico piano sequenza, scelta azzardata ma vincente, poichè l’assenza di stacchi aiuta a far crescere curiosità e tensione, a vivere la scoperta del corpo senza vita (e non solo) come se si fosse spettatori interni alla vicenda.

Alemà dimostra grandi capacità da “coreografo”, facendo muovere alla perfezione le sue attrici in uno spazio ristretto, e in una storia che di generi, dal giallo al dramma, dal noir alla commedia nera, ne mescola tanti e bene.




Leggi la notizia completa