Zack Snyder confessa che voleva uccidere Batman in un sequel di Justice League

Se Zack Snyder non ha ancora parlato pubblicamente dei suoi piani originali per il DCEU, il concept artist della Justice League Jay Olivia ha confermato all’inizio di quest’anno che il regista aveva in mente una storia in cinque parti. 
 
Il punto di partenza è stato ovviamente Man of Steel, che è proseguito con Batman v Superman: Dawn of Justice, Justice League e si sarebbe dovuti andare avanti con il sequel di Justice League scartato, insieme a un quinto film che però, com’è ovvio, non si è fatto.

 

Rispondendo a un fan sul social network Vero, Zack Snyder ha confermato di aver pensato alla morte di Batman in uno degli episodi, potenzialmente e presumibilmente nel secondo.
Una delle principali ispirazioni del regista sarebbe infatti dovuto essere il ciclo Crisi Finale di Grant Morrison, con il sacrificio di Batman per fermare Darkseid.
Il flop al botteghino di Justice League ha però ovviamente arrestato la faccenda.
Qui potete scorgere lo scambio social di Snyder col fan in questione.
E voi, cosa ne pensate di tutta questa faccenda? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti. 
Fonte: ComicBookMovie
Foto: Getty Images
Leggi anche: Justice League: ecco l’insospettabile supereroe che sarebbe dovuto comparire nella versione di Zack Snyder
Leggi anche: Justice League: la versione uscita al cinema non racconta la storia che voleva Zack Snyder

L’articolo Zack Snyder confessa che voleva uccidere Batman in un sequel di Justice League proviene da Best Movie.




Leggi la notizia completa